Massaggio Californiano: la storia e gli effetti

/Massaggio Californiano: la storia e gli effetti
Tempo di lettura: 2 minuti

La storia e gli effetti del Massaggio Californiano

Esalen, California – agli inizi degli anni ’70 nasce il Massaggio Californiano. E’ proprio negli Stati Uniti che gruppi di studiosi si impegnarono nella ricerca di terapie che possano donare alla persona un piacevole equilibrio psicofisico. Mentre si affermavano le nuove teorie New Age che predicavano la liberazione dei sensi, gli psicologi statunitensi prediligevano una visione dell’uomo umanistica, che poneva la persona al centro di tutto. La mediazione tra queste due nuove correnti di pensiero resero possibile comprendere il benessere della persona in un’ottica a 360°. Il consiglio degli esperti era quello di mettersi in comunicazione profonda con il proprio mondo interiore per quali fossero i fattori che scatenavano stress e malessere.

I fattori di stress e il benessere psicofisico

Poco alla volta, la frenesia della vita, la superficialità delle relazioni umane, l’abuso di farmaci, l’isolamento sociale  hanno allontanato l’uomo dalla percezione di ciò che è bene o male per la propria salute. All’epoca dei movimenti femminili e giovanili, in California si cerca la chiave per raggiungere è il giusto compromesso tra mente e corpo. Proprio in questo clima di fervore si colloca il Massaggio Californiano, che raggruppa le diverse scuole e tradizioni come:

  • la massoterapia svedese
  • le tecniche dolci e curative del massaggio orientale
  • le pratiche corporee degli Indiani d’America
  • le tecniche di respirazione.

I benefici del Massaggio Californiano

Se si cerca un massaggio sensitivo, rilassante, psicosomatico o meditativo, il Massaggio Californiano è il trattamento benessere più indicato. Una delle sue principali funzioni è quella di riattivare i sensi stimolando le terminazioni nervose e questo permette di ascoltare meglio i segnali che il corpo ci manda. Inoltre, rilassa la mente, ma anche il corpo perché agisce sul sistema muscolare sciogliendo le contratture e rendendo più elastiche le articolazioni. Quindi, il suo effetto è psicosomatico: contribuisce a migliorare per riflesso la percezione del corpo e favorisce la sensazione di autocura e di autostima.

Come effettuare un Massaggio Californiano

Tecnicamente, questo strumento del benessere si avvale di una vasta gamma di manipolazioni:

  • sfioramenti
  • trazioni
  • vibrazioni
  • impastamenti
  • digitopressione
  • torsioni
  • frizioni
  • cullamenti
  • allungamento
  • scollamento.

Nella bellissima unione tra corpo e anima, il Massaggio Califorrniano apre spontaneamente alla riflessione sulla differenza tra l’Esistere in quanto persona fisica, presente al mondo e il Vivere in quanto solo l’uomo è padrone della propria vita e del proprio modo di sentire. Il Massaggio Californiano si fa portatore di un’esortazione a riconquistare la consapevolezza di noi stessi, dentro di noi anziché nel mondo delle cose.

In questo senso, riportiamo un passo del libro Conosci Te Stesso del celebre Dalai Lama:

“La scienza e la tecnologia hanno dato un enorme contributo allo sviluppo dell’umanità, al nostro benessere materiale e alla comprensione del mondo in cui viviamo. La scienza e la tecnologia non possono sostituire gli antichi valori spirituali, in gran parte responsabili del vero progresso della civiltà mondiale cosi come la conosciamo oggi. Sebbene nessuno possa negare i benefici materiali della vita moderna, dobbiamo tuttora affrontare sofferenze, paura e tensione, forse in misura maggiore rispetto al passato. È quindi assolutamente ragionevole tentare di raggiungere un equilibrio tra sviluppo materiale e sviluppo di valori spirituali.. Se vogliamo attuare un cambiamento forte, dobbiamo recuperare e rafforzare i nostri valori interiori.”

Condividi sui social!
2019-02-27T11:02:48+00:0027 febbraio, 2019|News|
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. OK