Giovanni Greppi – la nascita di Dalmine

/Giovanni Greppi – la nascita di Dalmine
Tempo di lettura: 2 minuti

La nascita della città greppiana

Giovanni Greppi – l’architetto di Dalmine. Sorto dall’unione dei comuni di Mariano al Brembo, Sforzatica e Sabbio Bergamasco, Dalmine è un importante polo industriale situato nella provincia bergamasca. La cittadina si sviluppò agli inizi del ‘900 attorno allo stabilimento siderurgico conosciuto oggi con il nome di Dalmine S.p.a.

Durante il periodo successivo alla Prima Guerra Mondiale, la città assunse una nuova fisionomia grazie all’intervento di un talentuoso architetto di origini milanesi: Giovanni Greppi. Infatti, molti degli edifici costruiti tra il 1925 e il 1941 portano la sua firma.

Scopriamo insieme in che modo Greppi contribuì alla nascita della moderna cittadina di Dalmine. Spegnete la tv e mettetevi comodi – che la storia abbia inizio!

La company town di Dalmine

Fra gli anni ’20 e ’40, l’architetto milanese Giovanni Greppi (1884-1960) venne contattato dall’amico Mario Garbagni, che all’epoca era presidente della Società Anonima Stabilimenti Dalmine. Garbagni affidò a Greppi l’incarico di ammodernare il comune. L’idea era quella di progettare edifici pubblici, infrastrutture e quartieri residenziali, che avrebbero costituito il centro della città.

Ciò diede il via alla creazione di una vera e propria company town dove oggi spicca un’asta alzabandiera che la gente del posto chiama “l’antenna”. L’asta viene prodotta nello stesso stabilimento dalminese ed è simbolo di innovazione e modernità.

Le opere di Giovanni Greppi

Greppi, che non era solamente architetto ma anche incisore, realizzò così il Municipio, la chiesa, la scuola, la piazza con la fontana monumentale, i quartieri Garbagli e Leonardo da Vinci. Tra i suoi progetti ci sono anche il dopolavoro aziendale, la casa di riposo, il palazzo della direzione della Società Dalmine e la mensa operai.

Negli ultimi tempi l’amministrazione comunale dalminese, in collaborazione con la Facoltà d’Ingegneria dell’Università di Bergamo e la Fondazione Dalmine, ha realizzato delle iniziative culturali volte a promuovere l’area greppiana. Le iniziative cercano di valorizzare tutte quelle opere costruite durante il primo dopoguerra.

Se vi trovate a Bergamo o in provincia, il consiglio è quello di fare un piccola sosta per vedere dal vivo lo stile architettonico di questo grande artista.

Noi dello Spa Hotel Parigi 2 saremo lieti di accogliervi e garantirvi un’esperienza turistica davvero indimenticabile!

Per conoscere altri importanti personaggi che hanno segnato la storia di Bergamo e provincia, dai un’occhiata a questo articolo: Giovanni Greppi la nascita di Dalmine

Condividi sui social!
2018-12-16T16:52:50+00:0011 novembre, 2018|Bergamo e provincia|
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. OK