Benessere e alimentazione: perché è importante disintossicare l’organismo

/Benessere e alimentazione: perché è importante disintossicare l’organismo
Tempo di lettura: 4 minuti

 

La maggior parte della popolazione globale soffre di problemi legati a una cattiva alimentazione. La globalizzazione ci ha portati alla sedentarietà e a un maggiore utilizzo di fast food e cibi precotti, eliminando la passione per i fornelli e la ricerca di cibi sani. Se guardiamo al secolo scorso, notiamo un aumento di malattie dovute al cibo, perché in passato si mangiavano prodotti biologici derivati dal proprio orto e quindi privi di conservanti o pesticidi. Con lo sviluppo industriale e le nuove scoperte in campo tecnico-scientifico, l’uomo ha favorito la conservazione degli alimenti a discapito della qualità. Di conseguenza, siamo andati incontro a un abuso di tali novità che di fatto hanno peggiorato la salute del nostro organismo. Il metabolismo ha bisogno di migliaia di anni per adattarsi e assimilare le tossine contenute nei nuovi prodotti alimentari.

Benessere e alimentazione: come disintossicare il fegato


Parola all’esperto: gli alimenti che garantiscono la buona salute del nostro fegato

 

In particolare, l’organo che soffre maggiormente è il fegato, struttura di filtraggio e depurazione degli alimenti o bevande. Disintossicare il fegato è un gesto necessario che permette all’organismo di espellere efficacemente le tossine. Oltre a immagazzinare vitamine e ferro, il fegato possiede diverse funzionalità: metabolizza carboidrati, grassi, proteine e ormoni.

Le sue cellule scompongono le sostanze tossiche e le eliminano. Quando le tossine sono in eccesso il fegato si sovraccarica e non è più in grado di svolgere le sue funzioni. Come conseguenza le tossine si riversano nel sangue causando infezioni e la comparsa di parassiti. Disintossicare il fegato deve diventare una consuetudine regolare e un piacere per la propria persona.

Quando il nostro fegato è in sovraccarico, notiamo alcuni sintomi come spossatezza, inappetenza, dolori addominali, ipercolesterolemia e nausea. Se il fegato non viene depurato, si incorre in disturbi come calcoli biliari, epatite, cirrosi e varie infezioni. Per aiutarlo a depurarsi bisogna quindi prendere in considerazione la propria alimentazione.

Benessere e alimentazione: cibi per depurare il fegato

Esistono alcuni cibi molto efficaci e facilmente reperibili come la cicoria, il cardo mariano, il tarassaco che aiutano quando ci troviamo in presenza di calcoli biliari. La carota e la papaya, invece, contengono vitamine A ed E, mentre i carciofi stimolano la produzione di bile e depurano il sangue. Inoltre, le barbabietole decongestionano e i pomodori rossi contengono licopene, una sostanza naturale che aiuta il metabolismo.

Un minerale che aiuta la depurazione del fegato è il magnesio. Per fare in modo che gli alimenti funzionino in modo efficace è necessario centrifugarli: questo permette al liquido di essere assorbito più velocemente e di agire subito. Per esempio il centrifugato di carote, ricco di vitamina C, depura e protegge le cellule del fegato.

Il succo di limone è ricco di antiossidanti e aiuta a depurare il corpo dalla tossicità degli alimenti. Il succo di mela invece consente di prevenire i tumori epatici. Come sostituto del caffè è ottimo l’orzo che, oltre a non contenere caffeina, disintossica l’apparato digerente e ha una leggera funzione lassativa. Per aiutare la disintossicazione è opportuno bere molta acqua al giorno (almeno due litri), fare esercizio fisico, assumere vitamine e fibre e condurre una vita equilibrata. Oltre ai centrifugati, anche i decotti depurativi sono degli ottimi alleati.

Benessere e alimentazione: 5 centrifughe da preparare a casa

Benessere e alimentazione: ricette per le tisane depurative

Tisana depurativa alla liquirizia:

20 grammi di

  • liquirizia
  •  malva
  • tarassaco
  • frangola
  • gramigna

Aggiungere un cucchiaio abbondante di ogni ingrediente in un litro di acqua bollente, mantenere l’ebollizione per circa 10 minuti e poi lasciate in infusione per circa 10 minuti. Filtrare e berne 2 tazze al giorno, fuori pasto, per 2 mesi.

Tisana depurativa alla menta

  • 20 g di radice di liquirizia
  • 20 g di frutto di cardo mariano
  • 30 g di radice di bardana
  • 20 g di frutto di anice
  • 10 g di foglie di menta.

Mescolare le erbe metterle in 1 litro di acqua e far bollire la tisana depurativa per 4-5 minuti, quindi lasciarle in infusione per 20 minuti. Berla durante il giorno.

Tisana depurativa al carciofo:

Una tisana fatta con le foglie del carciofo stimola la diuresi favorendo l’eliminazione delle tossine dal corpo. Questa tisana avrà anche un effetto “sgonfia pancia” e porterà benefici anche alla circolazione sanguigna. Le sostanze contenute nel carciofo come la cinarina, un principio attivo che favorisce la diuresi e la secrezione biliare, sono in grado infatti di depurare il fegato. Essendo il carciofo leggermente amaro, potrete dolcificare la tisana utilizzando del miele. Far bollire una tazza d’acqua, spegnere il fuoco e lasciare in infusione alcune foglie di carciofo per 15 minuti circa. Filtrare e consumarne almeno una volta al giorno dopo i pasti.

Benessere e alimentazione: i pasti del benessere

Sarebbe opportuno riservare alla depurazione del fegato due giorni a settimana.
Ecco una giornata tipo:

  • Colazione con centrifugato di carote o di mela, una banana e cereali integrali con frutti di bosco (anche un latte vegetale come quello di soia va benissimo)
  • Attività motoria: uscire a fare una passeggiata, pulire casa e concedersi un lungo bagno rilassante
  • Spuntino: tè verde e una mela
  • Pranzo: spaghetti integrali con i broccoli conditi con olio extra vergine d’oliva e aglio, insalata di carciofi crudi e una tisana al finocchio 
  • Attività motoria: passeggiata nel parco o con il cane, yoga, meditazione, nuoto (per rilassarsi, scegliere un libro da leggere)
  • Spuntino: a base di ananas a fette e yogurt magro
  • Cena: salmone al vapore con asparagi conditi con olio extra vergine d’oliva e prezzemolo, oppure zuppa di cipolle o vellutata di zucca, insalata di carote crude.
  • Depurazione e relax: tisana al tarassaco, bagno caldo con oli essenziali rilassanti.

Se ti è piaciuto leggere di “Benessere e alimentazione”, forse troverai interessante anche “Benessere e naturopatia”, in cui parliamo di prevenzione e rimedi naturaliPer avere maggiori informazioni, ti invitiamo a contattare un naturopata che ti consiglierà un’alimentazione sana ed equilibrata.

Condividi sui social!
2019-01-27T18:22:07+00:0027 gennaio, 2019|News|
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. OK